Seleziona una pagina

ORARI DI APERTURA: dal Lunedì al Venerdì 8:30 - 13:00 e 14:30 - 18:30
Sabato 9:00 - 12:30 e 15:00 - 18:00

La muratura e l’operazione del murare è adottata oggi soltanto in costruzioni con caratteristiche architettoniche monumentali; è formata da blocchi di pietra solitamente con la faccia esterna lavorata, collegati tra loro con perni e grappe. Il materiale grezzo viene creato gettando pezzi di pietra e malta alla rinfusa in apposite casseforme o in cavi di fondazione ed è costruita con pezzi di pietra squadrati o informi senza interposizione di malta.
Tra le murature in mattoni si distinguono: muratura in coltello, usata solo per muri divisori, il cui spessore è uguale al minimo spessore dei mattoni; murature a una o più teste, avente lo spessore di una o più teste di mattoni; per la muratura gotica e la muratura fiamminga, con funzione portante, costituita da una muratura di mattoni o di blocchi di conglomerato cementizio, generalmente forati, resa idonea a sopportare sensibili sforzi di flessione e di taglio da tondini di ferro posti tra i filari sia orizzontalmente sia verticalmente; muratura precompressa, struttura muraria nella quale vengono inserite barre d’acciaio verticali che, poste in tensione prima dell’indurimento della malta, provocano la compressione della muratura rendendola idonea a sopportare sforzi di trazione e taglio.

Tipologia di costruzioni in muratura

Questo tipo di costruzione presenta quello che viene chiamato comportamento scatolare che differenzia una costruzione in muratura, ad esempio, da una a telaio; questo fenomeno si forma perché i vari muri devono collaborare attivamente tra di loro assicurando la salvaguardia dell’intera struttura.

Un muro al quale viene applicata una forza fuori piano resisterà molto meno di un muro a cui è applicata una forza nel suo piano. In questo caso il muro parallelo alla direzione della forza funge da elemento di controventamento, ovvero subisce l’azione delle forze orizzontali in quel senso. Quindi la muratura vede una fusione di elementi che collaborano insieme assicurando la sicurezza dell’intera struttura.

Oltre ai muri di controvento ci sono i cosiddetti muri portanti che sono quelli che subiscono i carichi verticali. In ogni caso al fine di garantire un adeguato comportamento statico tutte le pareti devono assolvere, per quanto possibile, sia alla funzione portante che di controventamento.

Gli edifici in muratura per garantire una migliore coesione tra le pareti possono essere munite di elementi in acciaio detti “incatenamenti” che collegano tra loro pareti tra loro parallele passando a livello solaio.

Gli edifici in muratura quindi devono essere costruiti con attenzione assicurando la collaborazione tra tutti gli elementi architettonici. Si deve cercare di garantire simmetria e compattezza strutturale con un attenzione maggiore rispetto a quella per altri materiali. E’ indispensabile evitare l’eccessiva distanza tra le pareti o un’eccessiva altezza del locale perché bisogna garantire anche la regolarità in elevazione, ad esempio garantendo l’allineamento tra murature portanti e aperture.

Le murature in laterizio si possono impiegare per la realizzazione di:

  • murature in laterizio portanti o strutturali;
  • murature in laterizio non portanti o di tamponatura;
  • murature in laterizio per divisori interni

Murature in laterizio

Per garantire durabilità alla costruzione per tutte le murature in laterizio pluristrato, è necessario conoscere i limiti entro i quali si è certi di non avere condensazione interstiziale. Le murature in laterizio pluristrato invece, in relazione alla stratigrafia ed al tipo di materiale isolante inserito nell’intercapedine, possono essere maggiormente soggette a tale rischio, che pertanto deve essere preventivamente verificato ed eliminato con l’adozione di opportuni provvedimenti.

Muratura in laterizio monostrato

La muratura in laterizio monostrato rappresenta sicuramente la soluzione più utilizzata per la costruzione di murature in laterizio porizzato in quanto consente di sfruttarne completamente tutti i vantaggi. In questo caso gli spessori della muratura variano da un minimo di 25 cm ad un massimo di 45 cm e si possono realizzare pareti monostrato portanti o di tamponatura.

Muratura in laterizio pluristrato con intercapedine

Con le murature a più strati è possibile realizzare doppie pareti portanti o di tamponatura, con migliori prestazioni termiche e non solo, rispetto a quelle ottenibili con elementi di laterizio tradizionale.

Muratura in laterizio pluristrato con muratura esterna a vista con o senza intercapedine

In soluzioni di questo tipo la muratura in laterizio presenta generalmente uno spessore compreso tra 20 e 30 cm, ma è ovviamente possibile utilizzare spessori di muratura anche maggiori; lo strato a vista può venire montato direttamente a ridosso della parete oppure ricavando una intercapedine.

Gli interventi di RA-MA

Noi di RA-MA ci occupiamo di provvedere agli elementi architettonici in muratura per la tua abitazione. Lavorare al meglio fin dal principio, usare materiali di qualità, assicurare professionalità e assistenza, queste le caratteristiche che ci hanno accordato da subito la fiducia e la stima di molti clienti. Mattoni antichi, pezzi speciali in terracotta, pietra calcarea e pietra forte per muretti a secco, cimase, cordoli e scalini in pietra: queste le realizzazione di qualità della nostra azienda per te. Contattaci per un preventivo o visita il nostro sito per conoscere di più!

Call Now Button
Mini Cart 0

Your cart is empty.