Seleziona una pagina

ORARI DI APERTURA: dal Lunedì al Venerdì 8:30 - 13:00 e 14:30 - 18:30
Sabato 9:00 - 12:30 e 15:00 - 18:00

Indispensabile in ogni cucina come il lavello, il rubinetto oggi può essere moderno, di design, classico o retrò. Miscelatore, monocomando, con regolazione termostatica, vengono scelti in base alle proprie esigenze. Rompigetto, con doccia manuale, testa in ceramica: ne esistono di diversi tipi.

Un rubinetto da cucina è collegato ai due tubi di arrivo dell’impianto di acqua calda e fredda per mezzo di raccordi flessibili di dimensioni e filettature adatti. Questi due tubi arrivano, all’interno del rubinetto, a dispositivi di controllo della portata che vengono chiamati miscelatori o monocomando a seconda della tipologia. Poi avviene la miscelazione dell’acqua fredda con quella calda per ottenere la temperatura e la portata desiderate.

Ma come scegliere?

Rubinetto da cucina: miscelatore o monocomando?

Il miscelatore rappresenta la tecnologia più vecchia perché il rubinetto possiede una manopola per l’acqua fredda ed una per quella calda. È necessario regolare l’erogazione dell’acqua calda e dell’acqua fredda separatamente per avere la portata e la temperatura desiderate – manovra laboriosa e poco economica. I miscelatori offrono 3 tipologie d’installazione:

  • 1 foro con fissaggio sul lavello o sul piano di lavoro, più pratico;
  • 2 fori con fissaggio su lavello o sul piano di lavoro;
  • installazione a parete

I rubinetti monocomando sono più recenti e più pratici. Permettono di regolare l’erogazione e la temperatura con una sola mano. Se la leva si aziona dal basso verso l’alto si agisce sulla portata, mentre da sinistra a destra sulla temperatura. Si può perciò mantenere grossolanamente la regolazione della temperatura bloccandola. Alcuni tipi dispongono di un limitatore di flusso dentato ed anche di un sistema antiscottatura.

I miscelatori termostatici sono impiegati nei bagni, in particolare per docce e vasche e permettono di regolare e mantenere la temperatura scelta. Molto pratico, ma anche molto sicuro.

Un miscelatore termostatico ha due manopole, una con cui si regola la temperatura ed è graduata in gradi Celsius (°C); l’altra che si usa normalmente e che assicura l’erogazione dell’acqua. Il vantaggio principale di questo tipo di miscelatore è che la temperatura dell’acqua in uscita è sempre quella desiderata.

Regolando bene la temperatura, il miscelatore termostatico evita le scottature in particolare nel caso di sanitari un po’ vecchi per i quali la produzione di acqua calda (caldaie, scaldabagni) non è regolata da dispositivi di limitazione della temperatura in uscita. Perciò, questo tipo di miscelatore è indicato per i bambini e per le persone anziane.

Le cromature ed altri rivestimenti subiscono l’aggressione dei normali prodotti per la manutenzione e quella del tempo. Un rubinetto economico perde velocemente il suo rivestimento mentre un miscelatore di alta gamma lo conserva più a lungo.

Il tipo di lega garantisce l’assenza di sostanze nocive che potrebbero penetrare nell’acqua. I rubinetti di scarsa qualità possono contenere del piombo o altri metalli pesanti. Il rischio, dal punto di vista sanitario, è quindi maggiore ed è meglio non correrlo, soprattutto per un rubinetto da cucina.

L’acqua esce dal rubinetto attraverso un dispositivo detto rompigetto. Il filtro contenuto al suo interno mescola aria all’acqua e incanala il flusso eliminando gli schizzi. Bisogna controllare di avere la possibilità di smontare e sostituire il filtro sul rubinetto che andrai a scegliere per due motivi:

  • la griglia in rete filtra l’acqua e perciò tende ad ostruirsi e ad incrostarsi sempre più nel corso del tempo. Occorre pertanto togliere il filtro per pulirlo regolarmente;
  • si può agire sul filtro per ridurre la portata in uscita dal rubinetto immettendo più o meno aria. È un sistema ingegnoso ed economico per ridurre il consumo di acqua senza avere l’impressione che il rubinetto sia un po’ anemico! Fa bene alla natura, al portafoglio e si può fare in 5 minuti.

Esistono numerosi tipi di rubinetti da cucina dotati di doccetta manuale. Questa facilita il risciacquo delle verdure o delle stoviglie perché è possibile orientare e spostare il getto d’acqua a piacere. Riempire un recipiente diventerà un gioco da ragazzi. Alcune doccette consentono di agire sul tipo di getto secondo il lavoro da svolgere passando da un getto normale ad uno tipo pioggia, molto più efficace per il risciacquo. Ne esistono due tipi: le doccette integrate e quelle a forma di U rovesciata.

Stili di rubinetteria per una cucina di tendenza

I criteri estetici sono soggettivi. Esistono tanti stili, dal retrò al contemporaneo passando per il classico e per le linee semplici di un rubinetto da cucina di design. E’ possibile giocare molto sui materiali e sulle forme.

Esistono anche finiture in inox spazzolato, più semplici, o anche ramate o ancora ottonate per conferire un aspetto più rustico. La maggior parte dei rubinetti sfoggiano un rivestimento cromato (lucido o satinato). Più raramente, alcuni rubinetti da cucina possono avere un rivestimento colorato per richiamare il piano di lavoro nelle cucine moderne e colorate.

Selezione RA-MA

Cerchi il rubinetto giusto? Da RA-MA trovi rubinetti artigianali realizzati in ottone pieno e disponibili in diverse finiture, piccole opere d’arte create dalle sapienti maestranze artigianali italiane con materiali di alta qualità. Acquistabili comodamente on-line.

Mini Cart 0

Your cart is empty.